Le nostre collezioni

Silver collection

La pelle vacchetta è un cuoio lavorato con la tecnica della "concia al vegetale", una tradizione antica in grado di conferire al materiale caratteristiche uniche. La vacchetta è un prodotto versatile sia per quanto riguarda le caratteristiche sia per quanto concerne i possibili usi: lo spessore di questo materiale varia da un minimo di 0,9 a un massimo di 8 millimetri; il range di dimensioni piuttosto ampio consente di scegliere le pelle vacchetta per gli usi più disparati. A caratterizzare questo tipo di pelle sono soprattutto l’odore e il colore. Questa tipologia di cuoio viene impiegata per realizzare gli oggetti più diversi, dagli articoli di piccola pelletteria ad altri accessori di maggiori dimensioni.

Platinum collection

La pelle nappa consiste in una tipologia di pellame che ha subito una lavorazione, più in particolare una conciatura, che tende a dare alle pelli una spiccata morbidezza, delicatezza e setosità al tatto. La pelle ha una mano "piena" e naturale, morbido e leggero il fiore non è coperto da sostanze di rifinizione (ad esempio pigmenti) che lo renderebbero, altrimenti, pesante. Questo pellame di prima qualità a top fiore, è realizzato in Italia e può essere utilizzato per calzature, borse e portafogli, abbigliamento e accessori, dove si desidera un aspettovoluta.La pelle prende il nome dalla grana superiore perché lo strato superiore è levigato o rasato. Rasatura dello strato superiore può anche essere indicato come il leather splitting. La pelle top fiore è ancora adatta per i beni di lusso.

Gold collection

La pelle pieno fiore rappresenta lo strato superficiale dell'epidermide dell'animale (quello al quale sono attaccati i peli per intenderci) e che non ha subito particolari lavorazioni che ne hanno alterato l’aspetto naturale. Quando si parla di pelle, pellame o cuoio in generale, bisogna fare delle importanti distinzioni tra tutti i tipi che si trovano in commercio. Coloro che cercano i materiali più pregiati, dovranno far riferimento a questa tipologia di pellame, ovvero la pelle pieno fiore. Questo materiale risulta essere il più naturale della sua categoria e non conosce rivali in fatto di qualità. La conciatura di questa tipologia di pelle può essere fatta sia al cromo che al vegetale. Un pellame così pregiato si presta ad utilizzi di altissima qualità. Gli usi più tradizionali sono, senza ombra di dubbio, la pelletteria (borse, cinture, accessori), l’abbigliamento, il rivestimento di divani e poltrone di altissima gamma, oppure anche la fabbricazione di scarpe di lusso. Tutto ciò è possibile grazie a una formidabile resistenza e, soprattutto, grazie ad una traspirazione che non conosce concorrenti tra gli altri tipi di pelle. Tra i migliori prodotti di pellame sul mercato, la pelle pieno fiore viene apprezzata in particolare da quanti danno molto importanza all’eleganza e alla qualità.

Neon collection

Innanzitutto sfatiamo un falso mito: la pelle stampata è pelle vera, non è sintetica. La a volte è chiamata anche pelle stampato. La pelle stampa rettile fa parte della sottocategoria dei “pellami stampati” in genere; essa si differenzia dalle altre in quanto la superficie che la caratterizza non deriva dalla fantasia o dall’ingegno umano, ma piuttosto dalla Natura. Questa particolare tipologia di pellame, infatti, è prodotta a partire da pelle bovina o ovicaprina con l’intento di ricalcare le caratteristiche dei veri pellami di rettili e anfibi, in particolare di imitarne l’aspetto. Fin dai tempi antichi l’uomo ha appreso dell’importanza di coprire le proprie parti del corpo sia per proteggersi dai pericoli che dal freddo. Finché che non furono inventati i tessuti e i filati, l’unico materiale a disposizione era la pelle degli animali cacciati, che a seconda dell’area geografica potevano cambiare.